Sommario:

Dieta per ipotiroidismo per dimagrire
Dieta per ipotiroidismo per dimagrire

Video: Dieta per ipotiroidismo per dimagrire

Video: Ipotiroidismo: quali cibi preferire e quali evitare? 2022, Dicembre
Anonim

Una dieta per l'ipotiroidismo per la perdita di peso a volte diventa una necessità, poiché i cambiamenti ormonali nel corpo contribuiscono all'obesità. Quali dovrebbero essere i suoi principi di base e cosa dovrebbe essere incluso nel menu - scopri di più.

Scegliere la dieta giusta: consigli

Una dieta corretta dovrebbe fornire un deficit calorico e una stimolazione metabolica. Rispetto ad altri piani alimentari, la scelta del cibo giusto è più importante per la dieta dell'ipotiroidismo, non quanto viene consumato.

L'enfasi principale è sul vegetarianismo e il menu include anche frutti di mare. I risultati della dieta possono essere avvertiti in circa 6 mesi. Allo stesso tempo, è importante sintonizzarsi sul fatto che la sua osservanza deve essere effettuata su base continuativa.

Calorie approssimative per 1 giorno

Il contenuto calorico approssimativo del cibo per l'ipotiroidismo dovrebbe essere compreso tra 1700-1800 kcal. Questo è l'indicatore ottimale che garantisce l'apporto della quantità richiesta di nutrienti e supporta il metabolismo nei tessuti.

Se non segui questa regola, il peso non si sposterà. Se il contenuto calorico è troppo basso, danneggerà anche il corpo, perché l'ipotiroidismo previene la fame.

Perché la fame è vietata?

Per ragioni patologiche, la mancanza di ormoni tiroidei ha un effetto collaterale di mancanza di appetito, di cui i pazienti spesso si rallegrano, perché non hanno la tentazione di mangiare troppo. Ma la perdita del desiderio di mangiare può anche influenzare negativamente il paziente, perché ha comunque bisogno di cibo.

L'eccessiva restrizione del cibo rallenta anche il metabolismo, così come l'eccesso di cibo, in cui, peraltro, l'enfasi è spesso posta su cibi malsani. Nell'ipotiroidismo, il metabolismo lento è inaccettabile.

Inoltre, è importante considerare che il corpo non è in grado di produrre da solo un certo numero di sostanze. Ha bisogno di loro dall'esterno.

Queste sostanze includono:

  • iodio;
  • tirosina;
  • un numero di vitamine e minerali;
  • singoli amminoacidi.

I fornitori di tutte queste sostanze possono essere prodotti semplici ed economici.

Quali alimenti riducono l'efficacia dei trattamenti ormonali

L'ipotiroidismo comporta una terapia ormonale permanente. Quando si sceglie una dose, lo specialista tiene conto dello stato della ghiandola tiroidea e di quanti ormoni è in grado di produrre da sola.

L'adeguata produzione di ormoni da parte delle cellule tiroidee è indirettamente influenzata dal cibo consumato da una persona. Alcuni di loro possono abbassare il livello di tirosina e iodio. Più bassa è la quantità di questi oligoelementi che entrano nel corpo, meno ormoni può produrre il ferro.

C'è un elenco di alimenti che possono influenzare i livelli di ormone tiroideo:

  • cavolo;
  • fagioli;
  • soia;
  • grano saraceno;
  • Pesche.

Questo elenco include anche spinaci, arachidi, broccoli, piselli e rape. Non è necessario abbandonare completamente questi prodotti, ma vale sicuramente la pena limitarli.

Diete malsane

Tra le diete più dannose e sconsigliate da un endocrinologo ci sono le proteine. Ha un effetto deprimente sui reni e sull'intestino, sul metabolismo. L'aumento dell'assunzione di proteine ​​è potenzialmente pericoloso, anche per una persona sana. Il menu proteico è particolarmente dannoso per l'ipotiroidismo autoimmune. Questa dieta può anche provocare un'esacerbazione dell'infiammazione cronica della ghiandola tiroidea.

Cosa fare e cosa non fare

Si consiglia di concentrarsi sul contenuto calorico degli alimenti. Inoltre, il menu dovrebbe contenere molti piatti ricchi di iodio e tirosina necessari per la ghiandola tiroidea. Anche le proteine ​​e i micronutrienti dovrebbero essere sufficienti.Ma l'eccesso di proteine ​​è indesiderabile.

Se non sei allergico ai frutti di mare, assicurati di consumarli. La stitichezza è comune nelle persone con deficit di ormone tiroideo. Per prevenire tali fenomeni, inserire periodicamente nel menù cibi ricchi di fibre come cereali, frutta e verdura. In questo caso, è auspicabile che siano tutti cotti bolliti o al vapore.

La seconda opzione è ancora più desiderabile, poiché aiuta a preservare i nutrienti contenuti nel nucleo. Inoltre, i piatti al vapore vengono assorbiti molto meglio. Nell'ipotiroidismo, questo aspetto è particolarmente importante perché il metabolismo rallenta.

Quali alimenti sono raccomandati per l'alimentazione con ipotiroidismo per la perdita di peso:

  1. Un pesce. Queste possono essere specie di pesci oceanici ricchi di acidi omega, come il salmone. Puoi anche includere sgombro e aringa nel menu.
  2. La carne. Dovresti dare la preferenza alle varietà magre, come manzo magro, petto di pollo.
  3. Sottoprodotti. Per le persone con ipotiroidismo, il fegato di merluzzo è utile.
  4. Latticini a basso contenuto di grassi come latte e kefir. Puoi anche mangiare formaggi magri e delicati.
  5. Porridge. Per le persone con ipotiroidismo, il riso, il grano e il porridge di grano saraceno sono buone opzioni.
  6. Noci.
  7. Frutta secca. Le date sono particolarmente consigliate.

Dai frutti, dovresti prestare attenzione a mele, banane, kiwi, avocado. Per quanto riguarda i frutti di bosco, il ribes, le ciliegie, i mirtilli hanno un effetto benefico sulle persone con ipotiroidismo. La gelatina di frutta può essere utilizzata come dessert.

Il pane è consigliato integrale o specialità, venduto nei reparti per diabetici. Dalle verdure, è permesso mangiare cetrioli, pomodori, barbabietole, peperoni, zucchine, melanzane e zucca. Puoi mangiarli interi o fare un'insalata condita con olio vegetale e cosparsa di semi di sesamo. Le alghe sono molto utili.

Le persone con ipotiroidismo possono bere fino a diverse tazze di caffè al giorno. Questa bevanda aiuta ad avviare il metabolismo, che è particolarmente prezioso in questa patologia.

Quali cibi è meglio evitare

Secondo la dieta per l'ipotiroidismo per la perdita di peso, quando si redige un menu per una settimana, si dovranno rifiutare tali prodotti:

  • pasticcini ricchi;
  • carni grasse;
  • Fast food;
  • salsicce affumicate e pesce;
  • bevande gassate e alcolici;
  • confetture, marmellate, conserve;
  • sottaceti, prodotti in salamoia;
  • piatti con una crosta fritta, fritto intero.

Anche il riso lucidato non è raccomandato, che è meglio sostituire con varietà grossolane e non lavorate, come marrone, rosso selvatico, ecc. A causa dell'alto contenuto di colesterolo, il consumo di caviale e formaggi grassi dovrebbe essere ridotto al minimo.

La pasta tende a non digerire abbastanza bene nell'ipotiroidismo, quindi si consiglia anche di limitarli.

Le patate sono consentite solo bollite e in piccole quantità. Ricotta, panna acida, latte (ad eccezione del latte scremato) dovrebbero essere limitati a causa della presenza di calcio in essi, che può danneggiare il tessuto tiroideo. Il sale favorisce il gonfiore, quindi la sua quantità non deve superare i 5 g al giorno.

Menu di esempio

Nonostante il fatto che una dieta per l'ipotiroidismo per la perdita di peso sia estremamente vantaggiosa e ti permetta di utilizzare i prodotti disponibili, devi capire che qualsiasi restrizione nell'alimentazione è sempre stress per il corpo. Per chi sta pensando al menù per l'intera settimana, può prendere come base il piano alimentare della giornata:

  1. Colazione: uova strapazzate al vapore di 2-3 proteine, yogurt magro, tè con sostituto dello zucchero.
  2. Spuntino: arancia.
  3. Pranzo: spezzatino di mare, come cozze con peperoni, cipolle e pomodori; insalata di cetrioli, lattuga, erbe aromatiche con un po' di olio vegetale, semi di sesamo e aglio. Una mela cotta al forno o al microonde.
  4. Merenda pomeridiana: frutta fresca o frutti di bosco.
  5. Cena: petto di pollo al vapore con verdure in umido, kefir magro.

Recensioni e risultati ottenuti indicano l'efficacia di tale dieta. Allo stesso tempo, richiede una rigorosa autodisciplina e pazienza da parte di una persona.

Principi importanti della nutrizione

Se vuoi riportare il tuo peso alla normalità con l'ipotiroidismo, dovresti prendere in considerazione una serie di importanti prescrizioni che ti aiuteranno a raggiungere il tuo obiettivo:

  1. Cerca di consumare ogni giorno cibi ricchi di iodio, come alghe e altri frutti di mare.
  2. Non dimenticare l'attività fisica e prendi i farmaci prescritti dagli specialisti in tempo, perché con uno sfondo ormonale instabile, anche una dieta ipocalorica non aiuterà.
  3. Mangiare regolarmente, ma in piccole porzioni. Per 1 pasto, è meglio consumare un volume di cibo paragonabile alla capacità di un normale pranzo al sacco.
  4. Nella dieta per l'ipotiroidismo, la ghiandola tiroidea dovrebbe avere abbastanza proteine. Dovrebbero essere anche grassi e carboidrati, ma meno. Inoltre, la proteina è un fornitore dell'aminoacido tirosina, che è particolarmente importante nell'ipotiroidismo. Senza di essa, la ghiandola tiroidea non sarà in grado di produrre ormoni.

Inoltre, i cibi più calorici vanno consumati prima delle 16:00. Questo è il periodo in cui una persona è più attiva. Attraverso questo approccio, verrà utilizzata la maggior parte delle calorie dal cibo.

Risultati

  1. Con l'ipotiroidismo, dovresti mangiare pasti giornalieri, il cui contenuto calorico totale non supera le 1800 chilocalorie.
  2. Evita cibi fritti, affumicati, sottaceti e marinate. Grassi e carboidrati dovrebbero essere presenti nel menu, ma in quantità relativamente piccole. In questo caso, dovrebbero esserci abbastanza proteine.
  3. Il menu dovrebbe essere ricco di cibi contenenti iodio e l'aminoacido tirosina, senza i quali la sintesi degli ormoni tiroidei è impossibile.

Popolare dall'argomento